L'Oasi naturalistica WWF del lago di Alviano è un'area naturale protetta che si trova in Umbria, in provincia di Terni.
Inserita nel parco Regionale dell’Umbria, l’Oasi fa parte del Parco fluviale del Tevere, che comprende oltre al bacino artificiale del lago di Alviano, anche il Lago di Corbara e le Gole del Forello.
Dal 1990 la gestione della riserva faunistica è affidata a WWF OASI, tramite convenzione con WWF ITALIA, la Provincia di Terni e con la società ERG, proprietaria del lago artificiale. L'oasi comprende i comuni di Alviano, Guardea e Montecchio.
 
L'Oasi si estende su un'area di 900 ettari, di cui circa 500 presentano una superficie paludosa, la restante superficie  è ricoperta da bosco igrofilo. Racchiude tutti gli ambienti tipici delle zone umide ad acqua dolce: palude, stagno, acquitrini, marcita, bosco igrofilo, uno tra i più estesi dell'Italia centrale.
La flora è quella tipica delle zone umide. L’Oasi, è ricca di alberi di ontano nero, pioppo bianco e salice.
La rigogliosa flora idrofita comprende vaste distese di Potamogeton, Najas e Ceratophyllum. Tra le piante palustri troviamo: Iris giallo, Carice, Scirpo, Tifa, Giunco e Cannuccia di palude.

Questa riserva naturale da sempre ha attirato molte specie di uccelli come aironi rossi, cormorani gallinelle d’acqua, aironi bianchi e molti altri, all’interno del parco si può infatti fare birdwatching.

Le attività di Nectaris nell’ Oasi naturalistica WWF del Lago di Alviano sono:

  • Produzione del miele Millefiori di primavera
  • Sviluppo dell’attività apistica tramite l’introduzione di un apiario (50 arnie).
  • Realizzazione di un monitoraggio ambientale tramite l’analisi di laboratorio dei prodotti dell’apicoltura.
Attività di educazione e didattica ambientale mediante l'istituzione dell'apiario didattico fruibile gratuitamente dai visitatori del Parco e dalle scolaresche.